FAQ

Carie dentale

Carie

Esistono numerosi fattori che determinano la formazione di carie: l'alimentazione (cibi zuccherati), i batteri nella cavità orale e il tempo in cui i denti rimangono esposti agli acidi prodotti dai batteri. Anche la struttura dei denti è importante.

Chiedi informazioni al tuo dentista sul trattamento di fluorizzazione. Il fluoro è un minerale naturale che rafforza lo smalto in modo sicuro, prevenendo il decadimento dentale.

Il decadimento dentale è la perdita dello strato superficiale più duro dei denti, chiamato smalto, a seguito di un attacco da parte di acidi. Questi acidi formano una pellicola gelatinosa, detta placca. La placca contiene germi che si alimentano di cibi zuccherati. Il processo di digestione di questi zuccheri fa sì che gli acidi attacchino la superficie dei denti.

Con il tempo, il decadimento può causare dei fori nella superficie dentale. Questi fori sono chiamati "carie". Se non vengono curate, le carie progrediscono e possono perfino arrivare a distruggere il dente colpito.

Tartaro

Tartaro

Il tartaro è un deposito che si forma quando la placca batterica si deposita sui denti. La predisposizione alla formazione di tartaro varia enormemente da persona a persona. In tante persone, i depositi si accumulano più rapidamente con l’avanzare dell’età. Il deposito di tartaro sui denti si nota facilmente a causa del suo colorito giallo o marrone.

Quando la placca batterica si accumula sui denti senza essere rimossa, può solidificarsi trasformandosi in tartaro. La forza di adesione del tartaro è tale che può essere rimosso solo dal dentista.

Sebbene per l'ablazione del tartaro si ricorra solitamente all'intervento di dentisti e igienisti dentali, è possibile evitarne la formazione rimuovendo la placca batterica. Per prevenire la formazione della placca batterica, assicurati di lavare i denti almeno due volte al giorno, preferibilmente con un dentifricio antitartaro al fluoro, e di utilizzare quotidianamente il filo interdentale. Inoltre, recati con frequenza regolare dal dentista per visite di controllo e sedute di pulizia.

Placca dentale

Placca

La placca batterica è un deposito di batteri gelatinoso e incolore che si forma continuamente sulla superficie dei denti. Saliva, cibo e fluidi si combinano tra loro contribuendo a formare questo deposito, che si accumula sui denti e sull'area di congiunzione tra denti e gengive. Il deposito di placca è la prima causa di disturbi gengivali.

Per prevenire la formazione della placca batterica, utilizza quotidianamente il filo interdentale e lava i denti almeno due volte al giorno con un dentifricio antiplacca al fluoro.

Forse ti è capitato di trascurare la tua igiene orale, adottando comportamenti quotidiani scorretti. O magari hai fatto del tuo meglio, ma sui tuoi denti sono comunque comparse tracce di placca e tartaro. Lavare regolarmente i denti due volte al giorno e utilizzare quotidianamente il filo interdentale sono due azioni fondamentali per prevenire o rimuovere la placca batterica. Tuttavia, se sei stato esposto a fattori di rischio che hanno favorito la trasformazione della placca in tartaro su denti e gengive, il tuo dentista o igienista dentale potrebbe consigliarti una seduta di ablazione o levigatura radicolare. Se non vengono rimossi, i depositi di tartaro più ostinati lungo e sotto le gengive possono causarne il distacco dal dente, aumentando il rischio di infezioni e periodontiti.

Problemi gengivali

Problemi gengivali

  1. I batteri che generano la placca sono la causa numero uno dei disturbi gengivali.
  2. Trattamento farmaceutico: molti farmaci da banco e su prescrizione hanno come effetto collaterale la riduzione della quantità di saliva prodotta naturalmente all'interno della bocca. La saliva aiuta a mantenere puliti i denti, limitando la proliferazione dei batteri.
  3. Alimentazione: un'alimentazione ricca di grassi o carente di calcio e vitamina B e C espone maggiormente al rischio di disturbi gengivali.

Fortunatamente, i disturbi gengivali sono relativamente semplici da curare, se individuati per tempo. Basta recarsi dal dentista o igienista dentale per una pulizia professionale approfondita, con ablazione di tartaro e placca. Il tartaro è una sostanza solida che si forma quando la placca batterica si solidifica sulla superficie dentale.

In origine, i disturbi alle gengive possono non mostrare sintomi evidenti. Ecco perché è importante recarsi regolarmente dal dentista per ottenere una diagnosi tempestiva del problema. I sintomi più comuni dei disturbi gengivali sono rossori o gonfiori, oltre al sanguinamento quando si lavano i denti. Le gengiviti non curate possono evolvere in ritrazioni gengivali, secrezioni purulente, allentamento e perfino perdita dei denti!

Le prime fasi di una gengivite si manifestano con una maggiore sensibilità e un sanguinamento frequente quando lavi i denti o usi il filo interdentale. Intervenire tempestivamente è il modo migliore per combattere l’infezione gengivale prima che peggiori, soprattutto grazie a una buona igiene orale e a visite dentistiche regolari. Le gengiviti non curate possono causare disturbi più gravi, che non solo danneggiano le gengive, ma anche l'osso che sostiene i denti.

Denti sensibili

Sensibilità

La sensibilità dentale è la sensazione di dolore provocata dall'esposizione dei denti a cibi o bevande caldi o freddi. Può presentarsi anche quando si inspira aria fredda. La sensibilità dei denti può svilupparsi in caso di recessione delle gengive o perdita di tessuto gengivale, ma anche in seguito a un utilizzo eccessivo o carente dello spazzolino da denti e del filo interdentale.

La vera causa della sensibilità dentale è l'esposizione della radice dei denti e della dentina in seguito, rispettivamente, alla recessione delle gengive e all'erosione dello smalto. La recessione delle gengive può essere determinata da disturbi gengivali, ma anche da un uso eccessivo dello spazzolino. Per evitare di spazzolare i denti in modo troppo energico, puoi utilizzare uno spazzolino da denti elettrico con indicatore luminoso di pressione, che si accende se si esercita una pressione eccessiva con lo spazzolino sui denti. Una corretta igiene orale quotidiana è fondamentale per prevenire la sensibilità dentale. Lava i denti almeno due volte al giorno per due minuti con uno spazzolino adatto a setole morbide e usa dentifricio al fluoro o un dentifricio speciale per denti sensibili.

Il principale sintomo di ipersensibilità dentale è una sensazione di fastidio e dolore quando si inspira aria fredda, ci si lavano i denti o si consumano cibi o bevande caldi, freddi, dolci o amari. Se ogni volta che i tuoi denti sono esposti a questi fattori, provi un dolore acuto localizzato alla base del dente, probabilmente soffri già di ipersensibilità dentale. È importante fare attenzione a questi sintomi poiché una diagnosi e un intervento tempestivi riducono il rischio di sviluppare disturbi più gravi della cavità orale.

Macchie sui denti

Macchie

I denti si macchiano per molte ragioni, comprese le scelte di cibi e bevande, l'igiene orale e l'assunzione di medicinali. Le macchie si manifestano sulla superficie del dente (macchie estrinseche) o sotto lo smalto (macchie intrinseche). Alcune persone sviluppano entrambe le tipologie di denti macchiati.

Le macchie possono essere di due tipi: intrinseche (profonde) ed estrinseche (superficiali). Le macchie estrinseche rendono più semplice il lavoro del dentista, che rimuove il tartaro utilizzando una procedura di pulizia professionale. Le macchie intrinseche sono quelle che si formano all'interno dei denti. La loro comparsa può essere legata all'assunzione di alcuni farmaci; si sviluppano gradualmente e sono molto spesso più visibili nelle persone anziane. Il fumo, il caffè e il tè favoriscono la formazione di macchie superficiali. La prima causa del tartaro è l'accumularsi della placca batterica, la cui rimozione con lo spazzolino è il primo passo per mantenere bianchi i denti.

Per rimuovere le macchie dei denti è possibile ricorrere a svariate procedure di sbiancamento:
sbiancamento professionale dal tuo dentista
Utilizzo regolare di dentifricio sbiancante

Una volta eliminato il fastidioso problema dei denti gialli, per conservare il tuo nuovo sorriso bianco e brillante, abituati a una corretta igiene orale, lavando i denti regolarmente e usando ogni giorno collutorio e filo interdentale. Per mantenere il tuo sorriso naturale, scegli anche dentifrici e collutori con effetto sbiancante.

Alito cattivo

Alito cattivo

L'alito cattivo si identifica facilmente come un sapore sgradevole in bocca (metallico, amaro). Esistono cause reali e falsi miti riguardo all'insorgere dell'alitosi. I veri responsabili dell'alito cattivo sono i batteri, situati sulla lingua. Questi batteri producono sostanze volatili (ad es. composti sulfurei volatili, comunemente chiamati VSC).
Contariamente a quanto si pensa, invece, cibi specifici (come aglio e cipolla) non sono annoverati fra le cause reali dell'alitosi.

L'alitosi cronica è un disturbo da non sottovalutare. Non solo influisce negativamente sulle relazioni interpersonali, ma può essere anche il sintomo di un problema più grave di igiene orale. Se noti che, nonostante una regolare igiene orale, non riesci a sconfiggere l'alito cattivo, chiedi aiuto al tuo dentista: ti consiglierà il trattamento più adeguato.

Possiamo combattere efficacemente l'alitosi con una corretta igiene orale quotidiana. In seguito, troverai alcuni consigli fondamentali che ti aiuteranno a prevenire l'alito cattivo.

  1. Lava i denti almeno due volte al giorno, sempre al mattino e prima di dormire, per almeno due minuti. Non dimenticarti di pulire anche la lingua. Chiedi consiglio al tuo dentista su come spazzolare efficacemente denti e lingua. Il dentista ti consiglierà il modello di spazzolino elettrico più adatto alle tue esigenze.
  2. Utilizza un dentifricio con composti antibatterici (ad es. fluoro stannoso) per prevenire l'alitosi.
  3. Usa il filo interdentale per rimuovere la placca e i residui di cibo dagli spazi interdentali difficili da raggiungere con il normale spazzolino.
  4. Fai controlli regolari dal dentista: ti consiglierà un trattamento di pulizia professionale, per rimuovere anche i depositi più ostinati.

  • Migliora la salute della tua bocca

    Migliora la salute della tua bocca

    Chiedi un consiglio gratuito agli esperti per avere indicazioni specifiche in base alle tue esigenze!

  • Recensioni

    Recensioni

    Esprimi una valutazione sui nostri prodotti o consulta le opinioni e le testimonianze degli utilizzatori su Desiderimagazine.